Home page Consulenza Normativa Contatti

 

BENESSERE nei luoghi di LAVORO

 

Trend Sinergie Sviluppo Srl - Consulenza di Direzione e Organizzazione

 

Dlgs. 81/2008: sicurezza, salute e benessere nel luogo di lavoro

 

Salute: stato di completo benessere fisico, mentale e sociale, non consistente solo in un’assenza di malattia o infermità

DLgs. 81/2008 - art. 2, comma 1, lettera o

Il benessere nel luogo di lavoro, da elemento discrezionale, diventa un obbligo per tutte le realtà lavorative.

Progetto, test, consulenza>>>      Gli aggiornamenti normativi>>>     Indicazioni Commisione consultiva>>>

 

 Per mettersi subito in regola con la scadenza del 31 dicembre 2010>>>

 

Estratto dell’accordo quadro europeo sullo stress nei luoghi di lavoro

Lo stress può potenzialmente colpire qualsiasi posto di lavoro e qualunque lavoratore, indipendentemente dalla grandezza dell’impresa, dal settore di attività o dal tipo di relazione contrattuale o di lavoro.

 gruppo_valori; team; squadra; clima_aziendale

 

Lo stress è una condizione, accompagnata da sofferenze o disfunzioni fisiche, psichiche, psicologiche o sociali, che scaturisce dalla sensazione individuale di non essere in grado di rispondere alle richieste o di non essere all’altezza delle aspettative.

L’individuo può ben adattarsi ad affrontare un’esposizione alla pressione a breve termine, cosa che può anche essere considerata positiva, ma ha una maggiore difficoltà a sostenere un’esposizione prolungata a una intensa pressione. Inoltre i singoli individui possono reagire differentemente ad una stessa situazione data oppure possono reagire diversamente a situazioni similari in momenti diversi della propria vita.

Lo stress non è una malattia, ma un’esposizione prolungata ad esso può ridurre l’efficienza nel lavoro e può causare malattie.

Lo stress da lavoro può essere causato da fattori diversi, come ad esempio il contenuto del lavoro, la sua organizzazione, l’ambiente, la scarsa comunicazione.

 

Secondo la direttiva 89/391, tutti gli imprenditori hanno l’obbligo legale di proteggere la salute e la sicurezza occupazionale dei lavoratori. Questo obbligo si applica anche ai problemi di stress da lavoro quando essi rappresentino un rischio per la salute e la sicurezza.
Tutti i lavoratori hanno un obbligo generale di attenersi alle misure protettive determinate dall’imprenditore.

La gestione dei problemi di stress da lavoro può essere effettuata all’interno di un generale processo di valutazione dei rischi, attraverso una politica sullo stress separata e/o specifiche misure mirate all’identificazione di fattori di stress.

 

La prevenzione, l’eliminazione o riduzione dei problemi derivanti dallo stress da lavoro può comprendere diverse misure. Queste possono essere collettive, individuali o entrambe.

Una volta posti in atto, i provvedimenti antistress dovrebbero essere regolarmen- te rivisti, per accertarne l’efficacia, per verificare se essi utilizzino al meglio le risorse e se siano ancora appropriati o necessari.

Tali provvedimenti potrebbero includere, ad esempio:

- misure di comunicazione e gestionali, come chiarire gli obiettivi dell’impresa ed il ruolo di ciascun lavoratore, assicurando l’adeguato sostegno manageriale agli individui e ai gruppi, coniugando responsabilità e controllo sul lavoro, migliorando l’organizzazione ed i processi lavorativi, le condizioni e l’ambiente di lavoro,

- formazione dei dirigenti e dei lavoratori per aumentare la consapevolezza e la comprensione dello stress, le sue possibili cause e il modo per affrontarlo e/o adattarsi al cambiamento,

- dare informazioni e consultare i lavoratori e/o i loro  rappresentanti secondo la legislazione dell’UE e nazionale, le pratiche e gli accordi collettivi.

 

Accordo quadro europeo sullo stress nei luoghi di lavoro
Documento 
8 Ottobre 2004 - Versione integrale>>>

lavoro, stress, benessere

Progetto, test, consulenza>>>

Gli aggiornamenti normativi>>>

 

logotss 

Trend Sinergie Sviluppo S.r.l. 

50127 Firenze - Via Panciatichi, 40 - Tel. 055 4369674 - Telefax 055 0935550 - Email: tss@tssconsulting.it 

Iscrizione Registro Imprese di Firenze, codice fiscale, partita IVA: 03694280482

Capitale sociale € 52.000 i.v. - Privacy - © TSS Luglio 2008-2010

 

 

     Consulenza      Normativa      Contatti